lunedì 13 agosto 2012

Grande concerto per la chiusura delle Olimpiadi

Ieri sera si è svolta la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Londra, con un grande omaggio alla musica inglese di tutti i tempi.
Con colori fantastici e richiami di psichedelia, il primo omaggio è andato ai Queen con l' inizio di Bohemian Rapsody, passando il testimone a John Lennon, che comparso sugli schermi nel mitico video di Imagine, ha ripreso forma dalla scultura umana, per quello che è il vero emblema del British di ogni tempo.
I Beatles l' hanno fatta da padroni, ricordati anche da A day in the life, in quel capolavoro di misticismo rock psichedelico che è Sgt. Pepper's Lonely Heart Club Band.
Mastodontica entrata dei Madness entrati su un TIR, che oltre alla loro hit Our Life, hanno reso omaggio ai Blur ed ai Pet Shop Boys.
Vera mattatrice è stata Jesse J, che con i Queen si è esibita nella strepitosa We will rock you.
Applauditissime ed attesissime le Spice Girls che hanno fatto ballare tutto il pubblico e gli atleti, ottima prova di George Michael con Freedom e la sua nuova hit, non male i Beady Eye  che hanno ripescato Wonderwall dal repertorio degli ex Oasis.
Bellissime le modelle inglesi tra cui figurava la figlia di Mick Jagger, accompagnate da un medley di David Bowie.
One Direction, Ray Davies, Emeli Sandé e gli Elbow, Annie Lennox, Ed Sheeran, che accompagnato da Nick Mason dei Pink Floyd con Richard Jones dei Feeling al basso e Mike Rutherford dei Genesis alla chitarra, hanno ricordato la band di Sid Barrett con Wish You Were Here.
Sul palco Russell Brand, ma sopratutto Fat Boy Slim, che ha mixato Beatles e Bee Gees.
Delirante e divertente come sempre la prova del Monty Python Eric Idle.
Buona prova dei Muse e dei Take That senza Williams, ma grandissimo finale affidato agli Who che con Baba O'Riley hanno fatto sentire il vero rock, proseguendo con See me, feel me per chiudere trionfalmente con My generation.
Ma... un grande ma...perchè non ricordare i Rolling Stones? o i Jethro Tull? i Cream?, i Led Zeppelin?... Beh fa lo stesso, la serata è stata grandiosa e Londra ha dimostrato di essere ancora la capitale mondiale della musica....anche se si è dimenticata di qualcuno!

Video:Ed Sheeran performing Wish You Were Here at the Olympics.

3 commenti:

Kata ha detto...

Appunto, c'erano troppi musicisti da ricordare. :) Era impossibile includere tutti. Già così hanno fatto uno spettacolo incredibile. Certo agli inglesi i grandi nomi non mancano...

Nato Stanco ha detto...

Si è vero erano tanti, mancavano anche Moody Blues, Yes, Dire Strits, Traffic, Iron Miden, altri ancora che mi sfuggono e che hanno lasciato tracce importanti. Forse era difficilissimo inserirli tutti (dal vivo o citati da altri artisti), però se l'intento era rendere omaggio al Rock inglese, forse uno sforzo maggiore, per non lasciare fuori niente, andava fatto!

Lollo e Piero ha detto...

Devo dire non mi è piaciuto troppo questa cerimonia, mi è sembrata più un'accozzaglia di artisti che un'omaggio. Mi ha dato l'idea di essere una vetrina solo per fare pubblicità. Anche alcnuni artisti che apprezzavo ( ad esempio gli Who) non mi sono piaciuti molto in questo contesto