mercoledì 31 dicembre 2014

NEWS ROLLING STONES SU CERVELLIAMO

Nuovo articolo con le news su Mick Jagger ed il suo nuovo amore, ma anche la probabilità di un nuovo Tour dei leggendari Rolling Stones al seguente link:
http://cervelliamo.blogspot.it/2014/12/mick-jagger-nuovo-amore-e-nuovo-tour.html

Rolling Stones

lunedì 22 dicembre 2014

R.I.P. JOE COCKER

Oggi se ne è andato a 70 anni il leggendario Joe Cocker a seguito di un carcinoma ai polmoni.
Ho scritto in suo ricordo il seguente articolo:
http://cervelliamo.blogspot.it/2014/12/musica-mondiale-in-lutto-per-la-perdita.html
Joe Cocker

venerdì 19 dicembre 2014

Buon compleanno Keith Richards

Keith Richards
Keith Richards è nato a Dartford (UK) il 18 dicembre 1943 ed oggi compie 71 anni.
Per me Keef è quello che mi ha portato a suonare la chitarra, grazie ai suoi riff e alla sua grande personalità.
Lui, con Jagger e Brian Jones, fondarono quella che è la più grande rock'n roll band della storia, i Rolling Stones.
Quasi tutte le canzoni degli Stones sono formato dal duo Jagger-Richards e, grazie a loro, il blues è diventato una musica accessibile all' Europa.
Se c'è una cosa che ho imparato da Keith, è che quando suoni, le corse le devi quasi strappare, perchè tutta l' aggressività deve uscire violenta dalle corde.
Keith è stato un grande innovatore, basti pensare al suono del riff di Satisfaction, che sembra quello di un sassofono.
Rifare i suoi accordi sono un 'impresa, anche perchè usa diverse accordature, proprio per dare certe sonorità che sono il marchio del sound dei Rolling Stones.
Ottimo ritmico,ma anche buon solista, ha marchiato la sua vita tra eccessi di sesso, droga, alcol e rock'n roll.
Quando conobbi musicalmente Keef, era il 1981 ed avevo circa 12 anni, cioè quando uscì l' album Tattoo You; ascoltai Start Me up e qualcosa cambiò in me, sentivo che quella era la musica che volevo ascoltare e, di lì poco, iniziai il mio percorso a ritroso per conoscere ogni canzone dei Rolling Stones.
Ho scoperto album fantastici, come Let it Bleed o Sticky Fingers o Exile on Main Street, poi il grande tour del 1982, immortalato nel live Still Life.
Certo è che uno dei più bei assoli di chitarra degli Stones, è stato eseguito da Richards in Get Yeah Ya ya's Out, in Simpathy for the Devil: una pentatonica di mi, 3/4 note; mai banale, ossessivo, carico di blues e adrenalina, come solo pochi riescono a dare. Non mi fraintendete, Keith non è Hendrix, ma il suo apporto alla musica rock non è certo inferiore, anche perchè le sue ritmiche sono state la scuola di tantissimi chitarristi a seguito.
Buon compleanno "Human Riff" e continua a suonare per regalarci ancora emozioni!

Video Ufficiale YouTube:Keith Richards and the X-Pensive Winos: Take It So Hard


lunedì 8 dicembre 2014

Ricordando Jim Morrison : The Doors - You're lost little girl con testo, traduzione e video

James Douglas Morrison era nato a Melbourne, Florida (USA) l' 8 dicembre 1943 ed è stato cantante, poeta e leader dei leggendari The Doors.
Nel 1964 la famiglia Morrison si trasferì a Los Angeles, dove Jim iniziò a studiare cinematografia presso la UCLA insieme a Francis Ford Coppola.
Insieme al compagno di studi Ray Manzarek formò i Doors, a cui si aggiunsero John Densmore e Robby Krieger.
Nasceva così la leggenda di uno dei gruppi più amati di sempre, che con la loro musica fatta di blues, rock e psichedelia, davano il ritmo alle poesie di Jim.
Re Lucertola si ispirò moltissimo ai poeti maledetti, tanto che anche il nome Doors deriva da una poesia di William Blake in particolare in questo verso : "Se le porte della percezione fossero purificate, tutte le cose apparirebbero agli uomini come sono veramente: infinite".
Era il 3 luglio del 1971, quando il mitico Re Lucertola fu ritrovato morto nella vasca da bagno dalla compagna Pamela Courson..
Sono passati oltre 40 anni dalla sua scomparsa, ma il mito di Jim Morrison non si è mai arrestato...anzi vive più che mai attraverso le sue canzoni e le sue poesie.
C'è chi giura di averlo incontrato dopo la morte, c'è chi sostiene che rimase stroncato da un overdose, sta di fatto che ancora oggi Jim è meta di visite presso la sua tomba a Parigi, presso il cimitero di Pere Lachaise, segno inequivocabile del grande affetto che generazioni di fan hanno verso il poeta cantante.

Testo:  The Doors - You're Lost Little Girl

You're lost, little girl
You're lost, little girl
You're lost
Tell me who are you?

Think that you know what to do
Impossible yes
But it's true

I think that you know what to do
Yeah
Sure that you know what to do

You're lost, little girl
You're lost, little girl
You're lost
Tell me who are you?

Think that you know what to do
Impossible yes
But it's true

I think that you know what to do
Girl
Sure that you know what to do

You're lost, little girl
You're lost, little girl
You're lost

Traduzione: The Doors - You're Lost Little Girl

Sei perduta piccola ragazza.
Sei perduta piccola ragazza.
Sei perduta
dimmi, chi sei?

Penso che tu sappia cosa fare
impossibile, si
ma è vero.

Penso che tu sappia cosa fare
yeah
sono sicuro che tu sappia cosa fare.

Sei perduta piccola ragazza.
Sei perduta piccola ragazza.
Sei perduta
dimmi, chi sei?

Jim MorrisonPenso che tu sappia cosa fare
impossibile, si
ma è vero.

Penso che tu sappia cosa fare
ragazza
sono sicuro che tu sappia cosa fare

Video YouTube: THE DOORS - You're Lost Little Girl

venerdì 5 dicembre 2014

Ricordando il grande JJ Cale nel giorno del suo compleanno: The Devil in Disguise con testo e video

JJ Cale
Il 5 dicembre 1938, a Oklahoma City (USA), nasceva il massimo esponente ed inventore del Tulsa Sound: J.J.Cale.
John Weldon Cale, è un cantautore, chitarrista, che con il suo stile ha influenzato musicisti come Eric Clapton, Lynyrd Skynyrd, Dire Straits e molti altri.
I suoi brani, sono stati risuonati da tantissimi musicisti e gruppi, infatti oltre a quelli sopra citati, penso sia giusto ricordare Santana, Brian Ferry, Nazareth, Bill Wyman, Deep Purple e tanti altri ancora.
Il Tulsa sound, prende il nome dalla città di Tulsa, ed è un genere che spazia dal rock al blues, con richiami al jazz ed al funky (basti pensare alle ritmiche di canzoni come After Midnight o Cocaine).
Nel caso più specifico di Cale, i suoi brani sono generalmente ballate, cantate con voce tenue e accompagnate da una chitarra lenta e un pò languida.
Sicuramente J.J. è un grande compositore, che è arrivato al Grammy Award solo l' album The Road to Escondido del 2006, suonato in coppia a Eric Clapton, eppure la sua carriera cominciò nel 1966, con il disco A Trip Down The Sunset Strip.
La sua prematura scomparsa è avvenuta il 26 luglio 2013, per causa di un infarto mentre si trovava nella splendida cittadina di La Jolla (California del sud).
A mio giudizio, Cale, è un esempio di come la chitarra non sia solo velocità, ma anzi, di come la lentezza dei suoi brani, esalti determinate atmosfere e il gusto musicale. Non fraintendetemi, la tecnica ci vuole, ma a tanti nuovi chitarristi suggerisco di lavorare su note lente ed espressive, ascoltando e prendendo esempio da musicisti come Cale, Clapton, David Gilmour, Keith Richards e tanti altri ancora.

Testo: J.J. Cale - Devil in Disguise

From the California shore to New York City
Beat don't never stop
You can hear it on the radio anywhere you go
It's steady as the rhythm of a clock

It cuts through the noise of the city life
It won't seem to go away
It's the devil in disguise I tell you no lies
My fingers do the walking everyday

Yonder come a young girl she wants to take a whirl
She thinks it's all a dream
She got rock n' roll way down in her soul
She wants to know where's the limousine

Get up honey let your mama sit down
You're too young anyway
Devil in disguise give her the prize
Then you can carry her away

When the road I travel starts to unravel
Ever which way it goes
Beat starts to press on my bullet proof vest
And my high turns out to be low

Give me my guitar, gonna go far
Let me see it let me hold it in my hand
I'm the devil in disguise, I tell you no lies
I'm playing in a rock n' roll band

Video YouTube: JJ Cale - Devil in disguise - studio live

Musica e Rolling Stones in lutto per lascomparsa di Bobby Keys

Per la scomparsa del leggendario sassofonista dei Rolling Stones (e non solo), ho scritto un articolo sul Blog di Cervelliamo, che potete leggere al seguente link: http://cervelliamo.blogspot.it/2014/12/i-rolling-stones-in-lutto-per-la.html

Bobby Keys

giovedì 27 novembre 2014

Ricordando Jimi Hendrix nel giorno del suo compleanno: Hey Joe con testo, traduzione e video

James Marshall "Jimi" Hendrix, vero nome Johnny Allen Hendrix, nacque a Seattle il 27 novembre del 1942, da madre di origini cheyenne e padre afroamericano.
Hendrix è stato uno dei maggiori innovatori della chitarra elettrica ed ancora è considerato uno dei migliori chitarristi al mondo, nonostante sia morto (Londra 18 settembre 1970) all' età di 28 anni.
La sua musica era un' insieme di generi, fatti di Blues, Rock e psichedelia.
Jimi miscelava distorsori ed effetti, come fuzz, wha wha, flanger, esplorando sonorità fino ad allora sconosciute,rimanendo però fedele ai suoi miti come Albert King, Buddy Guy, B.B. King (per citarne alcuni), riuscendo a fare lunghi assoli, mai banali e mai ripetitivi.
Le sue esibizioni lasciavano tutti a bocca aperta, come si può vedere ( e sentire) nei concerti di Woodstock, al Monterey Pop Festival ed al Festival dell' isola di Wight.
Il boom della sua carriera lo ebbe nel 1966, quando attraverso il manager dei Rolling Stones, riuscì ad esibirsi a Londra.
In quel periodo fece la conoscenza di Clapton, facendo una jam con i Cream, lasciando di fatto tutti esterefatti; si dice che Slowhand rimase folgorato dal modo di suonare di Jimi.
Da lì a poco si formò la "The Jimi Hendrix Experience", insieme a "Noel Redding" al basso e "Mitch Mitchell" alla batteria, diventando così gli antagonisti dei Cream di Clapton.
Nel 1969 la Experience si sciolse e, al concerto di Woodstock, si presentò con la nuova band chiamata Gipsy Sun And Rainbows che poco dopo venne denominata Band Of Gypsys, formata con il bassista Billy Cox ed il batterista Buddy Miles.
Purtroppo, Jimi iniziava ad avere problemi con la droga e con il boicottaggio americano, sia per le sue canzoni di protesta, sia per il suo status.
Durante l' esibizione al Winter Festival of Peace, al Madison Square Garden di New York,la band fu costretta ad esibirsi alle 3 di notte, con Jimi fatto di LSD, portando di fatto alla fine della Band of Gipsy.
Si riformò la Experience, ma Redding fu sostituito da Cox a causa delle tensioni con Jimi.
Il 6 settembre del 1970, durante una serata in Germania, Hendrix fu contestatissimo e si rifugiò a Londra, ma la mattina del 18 delle stesso mese fu trovato morto nel suo appartamento al Samarkand Hotel, soffocato dal vomito provocato, forse, da un mix di alcol e tranquillanti.
Hendrix è sepolto al Greenwood Memorial Park di Renton, Washington, a sud di Seattle.

Testo: Jimi Hendrix - Hey Joe

Hey joe, where you goin' with that gun of your hand
Hey joe, i said where you goin' with that gun in your hand, oh
I'm goin' down to shoot my old lady
You know i caught her messin' 'round with another man
Yeah, i'm goin' down to shoot my old lady
You know i caught her messin' 'round with another man
Huh! and that ain't cool
Huh hey hoe, i heard you shot your mamma down
You shot her down now
Hey joe, i heard you shot your lady down
You shot her down in the groud yeah!
Yeah!
Yes, i did, i shot her
You know i caught her messin' round messin' round town
Huh, yes i did i shot her
You know i caught my old lady messin' 'round town
And i gave her the gun
And i shot her
Alright
Shoot her one more time again baby!
Yeah!
Oh dig it
Oh alright
Hey joe,
Where you gonna run to now where you gonna go
Hey joe, i said
Where you gonna run to now where you gonna go
I'm goin' way down south
Way down to mexico way
Alright
I'm goin' way down south
Way down where i can be free
Ain't no one gonna find me
Ain't no hang-man gonna
He ain't gonna put a rope around me
You better believe it right now
I gotta go now
Hey, joe
You better run on down
Goodbye everybody
Hey hey joe

Traduzione: Jimi Hendrix - Hey Joe 

Hey Joe, dove stai andando con quella pistola in mano
Hey Joe, ho detto dove stai andando con quella pistola in mano

Sto andando a uccidere la mia vecchia signora
Sai, l'ho trovata in giro con un altro tizio
Sto andando a uccidere la mia vecchia signora
Sai, l'ho trovata in giro con un altro tizio
e questo non va bene

Hey Joe, ho sentito che hai sparato alla tua vecchia signora,
le hai sparato, adesso
ho detto, ho sentito che hai sparato alla tua vecchia signora,
le hai sparato, l'hai stesa

sì è vero, le ho sparato
sai, l'ho trovata in giro, in giro per la città
sì è vero, le ho sparato
sai, ho trovato la mia signora che faceva casino in giro per la città
e l'ho ripagata con la pistola
le ho sparato!

Hey Joe, va bene
sparale ancora, baby

Hey Joe, ho detto
e adesso dove te ne andrai?
adesso dove te ne andrai?
Hey Joe, ho detto adesso dove te ne andrai?
Dove, dove andrai?
Be', scava

Andrò a sud,
verso il Messico
Jimi Hendrixva bene!
Andrò a sud,
a sud dove posso essere libero
nessuno mi troverà

Non ci sarà nessun boia,
non mi metterà una corda intorno al collo
farai meglio a crederci
adesso devo andare
Hey Joe, è meglio che ti muova
arrivederci a tutti
Hey Joe, uhh
vattene via

Video Youtube: Jimi Hendrix - Hey Joe

mercoledì 5 novembre 2014

Ricordando Ike Turner nel giorno del suo compleanno - I Wanna Take You Higher

Ike Turner
Tutti conosciamo la grande Tina Turner, ma spesso qualcuno dimentica colui che la formò musicalmente, lanciandola nel jet set per poi diventare una delle cantanti più popolari al mondo, ovvero l' ex marito Ike Wister Turner.
Ike era nato a Clarksdale (USA) il 5 novembre 1931 ed è stato un musicista, cantante, compositore, talent scout, che raggiunse l' apice del successo con il duo Ike & Tina Turner.
La sua carriera cominciò nei primi anni '50 come musicista R&B, con la band dei The Kings of Rhythm, dove notò in seguito una ragazza di 16 anni di nome Anna Mae Bullock.
Ben presto Ike convinse Anna a cambiare il nome in Tina e di lì iniziò la leggenda.
Per ben 3 anni di seguito, Ike e Tina aprirono tutti i concerti dei Rolling Stones, ed in sedici anni di carriera  hanno vinto un premio Grammy per la straordinaria Proud Mary e, dal 1991, i due sono inseriti nella Rock &Roll Hall of fame.
Dopo la separazione dei due, tutto il mondo acclamava Tina dimenticandosi di Ike, che tra alti e bassi, tra arresti e risse, ma anche ottimi brani, scomparve a San Marcos il 12 dicembre 2007, a seguito di un arresto cardiocircolatorio, probabilmente dovuto ad una overdose di cocaina.
Un grande artista che andrebbe meglio ricordato e rivalutato, per tutto ciò che ha dato alla musica mondiale.

Video Youtube: Ike and Tina Turner - I Wanna Take You Higher Live 1972

lunedì 27 ottobre 2014

RICORDANDO LOU REED AD UN ANNO DALLA SCOMPARSA - SWEET JANE CON TESTO, TRADUZIONE E VIDEO

Lou Reed
Lewis Allan (Lou) Reed era nato a New York il 2 marzo del 1942, chitarrista, cantante e compositore, iniziò il suo mito formando con John Cale, nel 1966, i Velvet Underground, con cui scrisse importantissimi album della storia del rock, poi molti brani sono stati ripresi negli ultimi anni come musiche per noti spot pubblicitari.
Lou Reed, nel corso degli anni, ha cantato canzoni che parlavano di argomenti scomodi, come la droga. "Heroin", "I'm waiting for the man", "Sunday morning", " Vicious", "Perfect Day", "Sweet Jane" e la famosissima "Walk on the Wild Side" sono brani che hanno segnato la storia del rock e, che avevano permesso a Lou Reed, di non essere solo un artista "Underground", ma un autentica leggenda.
Il 30 giugno del 2013 Lou Reed fu ricoverato in un ospedale di Long Island per una grave forma di disidratazione poco dopo un trapianto di fegato, ma le sue condizioni rimasero precarie ed il 27 ottobre morì.

Testo: Lou Reed and The Velvet Underground - Sweet Jane

Standing on the corner
Yeh suitcase in my hand
Jack is in his corset, Jane is in her vest
I hear you knockin but you can’t commit me hey
Honey I’m in a rock ‘n’ roll band
Ridin’ a Stutz Bearcat
Those were different times
Oh, all the poets, they studied rules of verse
And all those ladies, they rolled their eyes
And say Sweet Jane
Sweet Jane
Sweet Jane
Now Jack, he is a banker
And Jane, she’s just a little bitty clerk
And both of them
hey you little people out there. So all you little people.
Don’t you hate it those Academy Awards man.
So it’s fucking Barbra Streisand she’s a…
those little people there’s too many little people.
I can’t get their names right. Fuck all the little people.
I don’t like big people. Fuck short people and tall people.
I like middle people. People from Wyoming. Somebody from Wyoming? Not me
Anyway
Now Jack he is a banker
And Jane she’s a clerk
Hey clerk, give me good clerk, I give good clerk aha
And both of them man they save their pennies
and their fucking nickels
and their dimes and bills up they got a nest egg.
Here comes the condominium. Oh shit, ey Miami.
They’re sittin’ there by the fire, man
So let your fire you plug it in. I like makebelieve.
I like makebelieve love, too uh mama. Give me some makebelieve love.
Makebelieve love that’s an album title Michael.
Write that down quick, before fuck but I forget it.
Listen to some classical music hey you better watch me now
There’s only one time one time only to go
Hey the March of the Wooden Soldiers
You ever put a quarter in those machines man.
You know like the bear that plays basketball.
You put a quarter in. Aha. I guess he put a quarter in.
Some people say I’m residue
March of the Wooden Soldiers huh.
What you want to listen when they called you for Vietnam.
Hey man for Vietnam, you political Lou.
“Are you” Political about what?
Hehe give me an issue and I’ll give you a tissue
and wipe my ass with it.
Ah yeah. We’re just here to make it out
You bend over and we put our head in we don’t like them.
Talk about.
Face North Jack. We’re being broadcast tonight.
Fuck Radio Ethiopia, I’m Radio Brooklyn. I ain’t no star man.
“Lou Reed” Haha They say
Sweet Jane
Sweet Jane
Sweet Jane
You know there’s some people man they like to go out dancing
What about her… if you write as good as you talk nobody reads you.
What do I look like (any young men that are pure man?)… …
You know I find my wife in the living room ???(made the horse-wild…)
They said how did you get there…(me right ) in the kitchen, ain’t that funny hahaha
And there’s even some evil motherfuckers oh oh oh
They tell you life’s sh…. made out of dirt and man that ah ah
And those pretty women man never really faint
Those villains shut up you always blink their eyes, ooohhh
And that little bitty children are the ones who blush
And that life life life is just to die
And I tell you some ey man
Everyone who’s got a heart a rock n’ roll heart
Wouldn’t turn around and break it
And you …… do it again Michael. What’s that chord? Watch this now.
And everyone who’s played a part
Wouldn’t turn around and hate it
They say
Sweet Jane
Sweet Jane
Sweet Jane

Traduzione: Lou Reed and The Velvet Underground - Sweet Jane

Stavo in piedi all’angolo
La valigia in mano
Jack nel suo corsetto, Jane nel suo gilè
Ti sento bussare ma non puoi impegnarmi hey
Dolcezza, faccio parte di una rock’n’roll band
Andiamo in giro su una Stutz BearCat
Quelli erano tempi diversi
Oh tutti i poeti hanno studiato le regole del verso
E tutte le signore sgranavano gli occhi
E dicevano Dolce Jane
Dolce Jane
Dolce Jane
Ora, Jack lavora in banca
E Jane, è solo una piccola insignificante impiegata
E entrambi
Hey tutta voi gentaglia là fuori. Allora gentaglia …
Non odiate quei tizi dell’Academy Awards?
È come quella fottuta di Barbra Streisand … è una …
Quegli omuncoli … ci sono troppi omuncoli
Non mi ricordo manco il nome. A fanculo gli omuncoli! Non mi piace la gente grossa. A fanculo quelli bassi e quelli alti.
Mi piace la gente media. La gente del Wyoming.
Qualcuno che viene dal Wyoming? Non io!
Fa niente …
Allora Jack è un banchiere
And Jane un’impiegata
Hey impiegata! Datemi una brava impiegata, faccio servizi! Aha
E entrambi, amico, risparmiavano soldi
E i loro fottuti nichelini
E con i centesimi e i conti hanno un bel gruzzolo
Ecco che arriva la rata del condominio. Merda, hey Miami!
Sono seduti lì vicino al fuoco, amico
Dai, accendi il fuoco. Mi piace la finzione.
Mi piace l’amore fittizio. Oh mamma! Dammi un po’ di finzione, tesoro.
“Amore per finta”, questo è un titolo per un album, Michael!
Scrivitelo subito, prima che me ne dimentichi cazzo.
Ascoltate un po’ di musica classica… hey ti conviene guardarmi ora!
C’è solo un’occasione, un’unica occasione
Hey, la marcia dei soldatini di legno!
Non hai mai messo un quarto di dollaro in quelle macchine, amico?
Sai, come l’orso che gioca a baseball …
Metti un quarto di dollaro. Aha. Suppongo lui metta un quarto di dollaro. Alcuni dicono che sono un residuo.
La marcia dei soldatini di legno huh
Cosa volete sentire quando vi chiamano per andare in Vietnam?
Ehi tizio del Vietnam, tu politico d’un Lou!
“Sei” politico riguardo cosa?
He he datemi un giornale e ci faccio carta igienica
E mi ci pulisco il culo.
Ah si! Siamo qui per questo!
Al di fuori di voi, oltre la curva, ficchiamo il naso e non ci piace.
Parliamone.
Guarda a nord Jack, siamo in onda stanotte.
A fanculo Radio Ethiopia, io sono radio brooklyn, non un uomo delle stelle (1)
“Lou Reed” Haha e dicono
Dolce Jane
Dolce Jane
Dolce Jane
Sai c’è della gente, amico, a cui piace andare a ballare
Che ne dici di lei? Se scrivi come parli nessuno ti leggerà.
Cosa sembro io? C’è qualche ragazzino ancora puro qui?
Sai, ho trovato mia moglie nel soggiorno …(che faceva il cavallo selvaggio?)
Come ci sei arrivato? … (io, dritto) in cucina? Non è buffo?
Ahaha
E ci sono anche dei malefici figli di puttana oh oh oh
Ti dicono che la vita è una m…. che viene dalla sporcizia e dall’uomo ah ah
E quelle belle ragazze, amico, non svengono per davvero
Quei rozzi, tacete, fate sempre loro l’occhiolino Ohhhh
E quei bocconcini di bambine sono quelle che arrossiscono
E che la vita la vita la vita è fatta solo per morire
E ti dicono una cosa, amico
Tutti coloro che hanno un cuore, un cuore di Rock’n’roll
Non si volterebbero mai per spezzarlo
E tu … fallo ancora Michael! Com’è l’accordo? Senti questo ora …
E tutti coloro che hanno recitato una parte
Non si volterebbero a disprezzarla
Dicono
Dolce Jane
Dolce Jane

Dolce Jane

Video YouTube: Lou Reed - Sweet Jane

domenica 26 ottobre 2014

ADDIO AL LEGGENDARIO JACK BRUCE

Jack Bruce
La notizia è giunta oggi online, ieri 25 ottobre 2014 si è spento il leggendario bassista e polistrumentista, cantante e compositore Jack Bruce, che nel 1966 formò con Eric Clapton e Ginger Baker i mitici Cream.
Jack Bruce è stato un esempio di bassista solista incredibile, stravolgendo il blues e portandolo con Clapton e Baker a dei confini fino ad allora impensabili, per quello che è stato il primo e super amato gruppo hard rock blues della storia.
Ci volle l' avvento di Jimi Hendrix per creare qualcosa di ancora più leggendario, ma soloperchè Jimi era qualcosa di alieno, di inarrivabile...
Ascoltando i Cream oggi, si capisce quanto erano avanti i 3 musicisti, ognuno solista e ritmico,con improvvisazioni e contaminazioni musicali che andavano dal blues al rock fino al jazz.
Nelle strade di Londra i muri erano sporcati dalle scritto Clapton is God (Clapton è Dio), ma se Slowhand aveva raggiunto tale apice era da ritrovare nei suoi due straordinari colleghi, che gli tenevano testa e lo facevano andare oltre i limiti.
Quando ascoltai per la prima volta White Room rimasi stupefatto che fossero dolo in 3, poi Eric continuò ad essere uno dei chitarristi più amati, mentre Bruce e Baker venivano ingiustamente relegati in seconda fila, ma il popolo della musica non ha mai smesso di ricordarli, dovendo aspettare il  maggio 2005 per rivedere i Cream, i quali si erano riuniti per una serie di concerti alla Royal Albert Hall di Londra e al Madison Square Garden di New York, con un successo incredibile.
John Symon Asher Bruce, detto Jack era nato a Bishopbriggs (UK) il 14 maggio 1943 e nel 2003 gli venne diagnosticato un cancro al fegato, che sembrava risolto dopo il trapianto.
Jack Bruce ha continuato ad esibirsi, fino a pochi mesi fa nonostante i problemi salutari si fossero aggravati nuovamente, ma lui amava la musica forse più di se stesso, spengendosi a 71 anni a Suffolk il 25 ottobre 2014.

Video Youtube: Cream - White Room (Royal Albert Hall 2005) 

giovedì 9 ottobre 2014

Happy Birthday John Lennon: Give Peace a Chance con testo e video

John Winston Lennon, era nato a Liverpool il 9 ottobre del 1940 ed oggi avrebbe compiuto 74 anni.
Avrebbe...se non fosse stato per quell' assurdo giorno dell' 8 dicembre 1980, quando John fu assassinato... Erano circa  le 22.50 di quell' infausto giorno, John Lennon stava rincasando accompagnato da Yoko Ono al suo appartamento nel Dakota Building di New York, quando un ragazzo di 25 anni, Mark Chapman, gli disse "Hey Mr.Lennon! Sta per entrare nella storia" e gli sparò 4 colpi di pistola! Subito soccorso, fu dichiarato morto in ospedale alle 23.09.
La notizia rimbalzò in ogni dove, il Beatles più amato era morto per colpa di un pazzo!
Tanti pensieri per la mente, John Lennon era già la storia e la leggenda del rock, colui che con Paul McCartney aveva firmato la maggior parte delle canzoni più note dei Beatles ed un pazzo ne decretò la fine.

John Lennon

Testo: John Lennon - Give Peace a Chance

Ev'rybody's talkin' 'bout
Bagism, Shagism, Dragism, Madism, Ragism, Tagism
This-ism, that-ism, ism ism ism
All we are saying is give peace a chance
All we are saying is give peace a chance

(C'mon)
Ev'rybody's talkin' 'bout
Minister, Sinister, Banisters and Canisters,
Bishops, Fishops, Rabbis, and Pop Eyes, Bye bye, Bye byes
All we are saying is give peace a chance
All we are saying is give peace a chance

(Let me tell you now)
Ev'rybody's talkin' 'bout
Revolution, Evolution, Masturbation, Flagellation, Regulation,
Integrations, mediations, United Nations, congratulations
All we are saying is give peace a chance
All we are saying is give peace a chance

Ev'rybody's talkin' 'bout
John and Yoko, Timmy Leary, Rosemary,
Tommy Smothers, Bobby Dylan, Tommy Cooper,
Derek Taylor, Norman Mailer, Alan Ginsberg, Hare Krishna
Hare Hare Krishna
All we are saying is give peace a chance
All we are saying is give peace a chance
(Repeat 'til the tape runs out)

Video YouTube: Give Peace a Chance - John Lennon & Plastic Ono Band [Original video]

martedì 23 settembre 2014

Oggi Leonard Cohen compie 80 anni: Dance Me To The End Of Love con testo, traduzione e video

Molti diranno che Leonard Cohen non è un personaggio del rock perchè la sua musica è folk, ma non sono molto d' accordo, perchè nella sua lunga carriera ha scritto, suonato e vissuto storie che lo fanno essere uno dei miti viventi anche del rock, fosse solo per l' aver avuto una storia con Janis Joplin....ma sappiamo che non è così, lui ha scritto canzoni straordinarie, tanto da vantare l' inserimento nella Rock and Roll Hall of Fame, nella Canadian Songwriters Hall of Fame e nella Canadian Music Hall of Fame!
Leonard Norman Cohen è nato a Montréal (Canada) il 21 settembre 1934 da una famiglia ebraica.
La sua voce calda e baritonale, i testi impegnati verso la giustizia sociale, il sesso, il pessimismo, la religione e la psicologia, lo fanno un cantautore eccezionale le cui canzoni sono state riprese da altri grandi come Bob Dylan o John Cage ed il nostro Vecchioni gli ha dedicato un brano, intitolato appunto Leonard Cohen.
Il suo grande successo arrivò con la bella canzone Suzanne del 1966.
Il brano Chelsea Hotel # 2 narra la sua relazione con Janis Joplin, che incontrava allo storico Chelsea Hotel, dove poi la leggendaria cantante scomparve.
Basterebbero già queste cose per essere uno dei tasselli importanti della musica, ma voglio ricordare che molti nostri cantautori sono stati influenzati dal suo grande talento, in particolare mi riferisco a De Gregori, Baccini, Ornella Vanoni, De Andrè e molti altri.
Auguri Leonard!

Buon Compleanno Leonard Cohen


Testo: Leonard Cohen - Dance me to the end of love

Dance me to your beauty
with a burning violin
dance me through the panic
’til I’m gathered safely in
lift me like an olive branch
and be my homeward dove
dance me to the end of love
dance me to the end of love
Oh let me see your beauty
when the witnesses are gone
let me feel you moving
like they do in Babylon
show me slowly
what I only know the limits of
dance me to the end of love
dance me to the end of love
Dance me to the wedding now
dance me on and on
dance me very tenderly
and dance me very long
we’re both of us beneath our love
we’re both of us above
dance me to the end of love
dance me to the end of love
Dance me to the children
who are asking to be born
dance me through the curtains
that our kisses have outworn
raise a tent of shelter now
though every thread is torn
dance me to the end of love
Dance me to your beauty
with a burning violin
dance me through the panic
till I’m gathered safely in
touch me with your naked hand
or touch me with your glove
dance me to the end of love
dance me to the end of love
dance me to the end of love…”.

Traduzione: Leonard Cohen - Dance me to the end of love

Guidami danzando alla tua bellezza
col suono di un violino che brucia
conducimi danzando oltre il panico
fin dove starò al sicuro
sollevami come un ramo d’ulivo
e sii la colomba che mi riporta a casa
guidami danzando fino in fondo all’amore
Oh lascia che io veda la tua bellezza
quando non ci sono più testimoni
fammi sentire come ti muovi all’uso di Babilonia
lentamente mostrami ciò di cui solo io conosco i confini
guidami danzando fino in fondo all’amore
guidami danzando fino in fondo all’amore
Guidami ora danzando alle nozze
guidami danzando e non fermarti
guidami danzando con dolcezza e danza a lungo
stiamo entrambi sotto al nostro amore
ne stiamo entrambi sopra
guidami danzando fino in fondo all’amore
guidami danzando fino in fondo all’amore
Portami danzando ai bambini
che chiedono di nascere
guidami danzando oltre il velo
che i nostri baci hanno consumato
poni una tenda a rifugio ora
anche se ogni filo è strappato
guidami danzando fino in fondo all’amore
Guidami danzando alla tua bellezza
col suono di un violino che arde
conducimi danzando oltre il panico
fin dove starò al sicuro
toccami con le nude mani
o col guanto che le ricopre
guidami danzando fino in fondo all’amore
guidami danzando fino in fondo all’amore

Video YouTube: Leonard Cohen - Dance me to the end of love

Happy Birthday Bruce Springsteen - Thunder Road con testo, traduzione e video live

Bruce Frederick Joseph Springsteen, è nato a Long Branch (USA) il 23 settembre 1949 ed oggi compie 65 anni.
Cresciuto nel New Jersey, comprò la prima chitarra a 13 anni, per poi entrare pochi anni dopo in una band giovanile di nome "Castiles".
Tra la fine degli anni'60 e l' inizio dei '70, Bruce cominciò a suonare con Steve Van Zandt, Vini Lopez e Danny Federici, che di lì a poco formarono insieme la band "Bruce Springsteen and The E Street Band".
Il gruppo trovò il primo contratto con la Columbia Records,nel 1972, arrivando all' esordio nel 1973 con l' album "Greetings From Asbury Park, N.J.".
Ho assistito due volte ai concerti del Boss, rimanendo sempre a bocca aperta difronte alle sue performance! Bruce Springsteen ha un grande carisma, che insieme alla sua voce potente ed alla sua grinta, ne fanno uno dei rocker più amati al mondo!
Il bello è vederlo concedersi a pubblico, scherzare, suonare e parlare, ascoltare le sue storie, avvolte narrate da potenti rock, altre volte da ballate di stile folk e blues.
I suoi testi, sono fatti di storie, di proteste, ma anche amore.
Per celebrare il compleanno di Bruce Springsteen ho pensato di postarvi una delle mie canzoni preferite, la stupenda ballata Thunder Road, brano di apertura del monumentale album Born To Run del 1975.

Bruce Springsteen


Testo: Bruce Springsteen - Thunder Road

The screen door slams
Mary’s dress waves
like a vision she dances across the porch
as the radio plays
Roy Orbison singing for the lonely
hey that’s me and I want you only
don’t turn me home again
I just can’t face myself alone again
don’t run back inside
darling you know just what I’m here for
so you’re scared and you’re thinking
that maybe we ain’t that young anymore
show a little faith
there’s magic in the night
you ain’t a beauty
but hey you’re alright
oh and that’s alright with me
You can hide `neath your covers
and study your pain
make crosses from your lovers
throw roses in the rain
waste your summer praying in vain
for a savior to rise from these streets
Well now I’m no hero, that’s understood
all the redemption I can offer, girl
is beneath this dirty hood
with a chance to make it good somehow
hey what else can we do now
except roll down the window
And let the wind blow back your hair
well the night’s busting open
these two lanes will take us anywhere
we got one last chance to make it real
to trade in these wings on some wheels
climb in back
heaven’s waiting on down the tracks
Oh oh, come take my hand
riding out tonight to case the promised land
oh oh Thunder Road, oh Thunder Road
oh Thunder Road
Lying out there like a killer in the sun
hey I know it’s late we can make it if we run
oh Thunder Road, sit tight take hold
Thunder Road
Well I got this guitar
and I learned how to make it talk
and my car’s out back
if you’re ready to take that long walk
from your front porch to my front seat
the door’s open but the ride it ain’t free
and I know you’re lonely
for words that I ain’t spoken
but tonight we’ll be free
all the promises’ll be broken
There were ghosts in the eyes
of all the boys you sent away
they haunt this dusty beach road
in the skeleton frames of burned out Chevrolets
They scream your name at night in the street
your graduation gown lies in rags at their feet
and in the lonely cool before dawn
you hear their engines roaring on
but when you get to the porch they’re gone
on the wind, so Mary climb in
it’s a town full of losers
and I’m pulling out of here to win

Traduzione: Bruce Springsteen - Thunder Road

La porta a rete sbatte
il vestito di Mary svolazza
come una visione lei danza sotto la veranda
mentre la radio suona
Roy Orbison canta per quelli che si sentono soli
io sono tra quelli e tutto ciò che voglio sei tu
non rimandarmi a casa
Non posso proprio rivedermici da solo
non tornare dentro di corsa
tesoro, lo sai perchè sono qui
ed è per questo che sei spaventata e pensi
che forse non abbiamo più l’età per certe cose
dammi un pò di fiducia, c’è magia in questa notte
non sei una bellezza, ma a me vai bene così
e per me va tutto bene così
Puoi nasconderti sotto le coperte
a rimuginare i tuoi dolori
mettere una croce sui tuoi vecchi amori
disperdere rose nella pioggia
sprecare la tua estate pregando inutilmente
che da queste strade si levi un redentore
Non sono un eroe, questo lo sanno tutti
e l’unica redenzione che ti posso offrire, ragazza
sta sotto questo sporco cofano
con una possibilità di renderlo
in qualche modo migliore
ehi, cos’altro ci rimane da fare
se non tirare giù il finestrino
E lasciare che il vento spinga
indietro i tuoi capelli
la notte è tutta per noi
questa strada a due corsie
ci porterà ovunque vogliamo
abbiamo un’ultima possibilità
per avverare i nostri sogni
per scambiare con delle buone ruote le nostre ali
salta su, il Paradiso ci aspetta lungo il percorso
Dai, prendi la mia mano
stanotte cercheremo di raggiungere la terra promessa
Thunder Road, Thunder Road, Thunder Road
là fuori in attesa come un killer sotto il sole
ehi, lo so che è tardi ma possiamo farcela se corriamo
Thunder Road, siediti bene e tieniti forte
Thunder Road
Bene, ho preso questa chitarra
e ho imparato a farla parlare
la mia macchina è là dietro
se sei pronta ad iniziare questo lungo viaggio
dalla tua veranda al mio sedile anteriore
la portiera è aperta ma la corsa non è gratis
e so che ti senti malinconica
per le parole che non ti ho detto
ma stanotte saremo liberi
tutte le promesse saranno infrante
C’erano spettri negli occhi
di tutti i ragazzi che hai lasciato
adesso tormentano questa polverosa strada di costiera
nelle carcasse bruciate di vecchie Chevrolet
Gridano forte il tuo nome nella strada di notte
la tua toga universitaria è a pezzi ai loro piedi
e nella fredda solitudine che precede l’alba
senti i loro motori rombare
ma quando ti affacci sulla veranda
si sono già dileguati
nel vento, perciò Mary salta dentro
è una città piena di perdenti
e io me ne sto andando per vincere

Video Youtube: Thunder Road - Bruce Springsteen [DVD Live in Barcelona 2002]

martedì 9 settembre 2014

Ricordando Lucio Battisti : Con il nastro rosa con video e testo

Il 9 settembre del 1998, moriva uno dei più amati cantautori della musica italiana, il grande Lucio Battisti.
Era nato a Poggio Bustone il 5 marzo del 1943 ed a mio giudizio, è stato uno dei più innovativi musicisti della scena pop-rock della musica italiana.
Vorrei scrivere tanto di Lucio Battisti, in particolare di album come "Anima Latina", "La batteria, il contrabbasso, eccetera", "Una donna per amico" che sono i miei album preferiti, ma per ragioni di tempo e di spazio sono costretto a scrivere queste poche righe.

Testo: Lucio Battisti - Con il nastro rosa

Inseguendo una libellula
in un prato
un giorno che aveva rotto
col passato
quando gia' credevo
di esserci riuscito
son caduto
Una frase sciocca
un volgare doppiosenso
mi ha allarmato
"non e' come io la penso"
ma il sentimento
era gia' un po' troppo denso
e son restato
Chissa' chissa' chi sei
chissa' che sarai
chissa' che sara' di noi
lo scopriremo solo vivendo
Lucio BattistiComunque adesso ho un po' paura
ora che quest'avventura
sta diventando una storia vera
spero tanto tu sia sincera
Un magazzino
che contiene tante casse
alcune nere, alcune gialle
alcune rosse
dovendo scegliere
e studiare le mie mosse
sono all'ampasse
Mi sto accorgendo
che son giunto dentro casa
con la mia cassa ancora
con il nastro rosa
e non vorrei
aver sbagliato la mia cassa
o la mia sposa
Chissa' chissa' chi sei
chissa' che sarai
chissa' che sara' di noi
lo scopriremo solo vivendo
Comunque adesso ho un po' paura
ora che quest'avventura
sta diventando una storia vera
spero tanto tu sia sincera
Chissa' chissa' chi sei
chissa' che sarai
chissa' che sara' di noi
lo scopriremo solo vivendo
Comunque adesso ho un po' paura
ora che quest'avventura
sta diventando una storia vera
spero tanto tu sia sincera

Video YouTube: Lucio Battisti - Con il nastro rosa

Ricordando Otis Redding: Respect con testo, traduzione e video

Il 9 settembre del 1941, a Dawson (USA), nasceva una delle più grandi leggende della musica soul, Otis Ray Redding Jr., purtroppo scomparso a seguito di un incidente aereo a Madison il 10 dicembre del 1967.
A lui si devono grandi brani come " I've Been Loving You Too Long "(ripresa dai primi Rolling Stones), la stupenda "(Sittin' on) the Dock of the Bay", "Respect" ( portata al grande successo da Aretha Franklin) e tante altre hit di grande successo!

Testo: Otis Redding - Respect

What you want baby I got
What you need
You know I got it
All I'm askin' is for a little respect
When you come home
Baby when you come home
Respect
I'm out to give you all my money
But all I'm askin in return honey
Is to give me my proper respect
When you get home
Yeah, baby, when you get home
I ain't gonna do you wrong while you gone
I ain't gonna do you wrong
'Cause I don't wanna
All I'm askin' is for a little respect
When you come home
Baby, when you come home
Respect
Ooh, your kisses, sweeter than honey
But guess what, so here's my money
All I want you to do for me
Is give me some respect when you get home
Yeah, baby, when you get home
R-E-S-P-E-C-T
Otis Redding RespectFind out what it means to me
R-E-S-P-E-C-T
Take care, T-C-B
A little respect

Traduzione: Otis Redding - Respect

Che cosa si desidera bambino ho avuto
Quello che vi serve
Sai che ho preso
Tutto quello che sto chiedendo 'è un po' di rispetto
Quando torni a casa
Bambino quando torni a casa
Rispetto
Sono fuori per darti tutti i miei soldi
Ma tutto quello che sto chiedendo nel miele ritorno
È per me dare il mio giusto rispetto
Quando si arriva a casa
Sì, il bambino, quando torni a casa
Non ho intenzione di fare è sbagliato, mentre tu te ne vada
Non ho intenzione di fare è sbagliato
Perche 'io non voglio
Tutto quello che sto chiedendo 'è un po' di rispetto
Quando torni a casa
Bambino, quando torni a casa
Rispetto
Ooh, i tuoi baci, più dolce del miele
Ma indovinate un po ', quindi ecco i miei soldi
Tutto quello che voglio che tu faccia per me
Mi è dare un po 'di rispetto quando si arriva a casa
Sì, il bambino, quando torni a casa
R-E-S-P-E-C-T
Scopri cosa significa per me
R-E-S-P-E-C-T
Fate attenzione, T-C-B
Un po 'di rispetto

Video YouTube: Otis Redding - Respect

domenica 7 settembre 2014

Ricordando Keith Moon (The Who)

Keith John Moon era nato a Londra il 23 agosto 1946 ed è stato il batterista degli Who.
Imparò a suonare la batteria da solo, ascoltando prevalentemente musica jazz, ma nel tempo divenne uno dei maggiori innovatori nell' uso dello strumento.
Dotato di irruenza di spettacolarità e follia, Keith Moon è stato uno dei batteristi che più ha gettato le basi per il "drumming" dell' hard rock e dell' heavy metal.
Keith era uno straordinario intrattenitore e show man, con spettacoli talvolta esilaranti altre pericolosi, come quella volta in cui ebbe l' idea di riempire un tamburo di polvere da sparo, che fece esplodere durante l' esecuzione del brano di My Generation, cosa che costò il ferimento della propria gamba e rese Pete Townshend sordo per una settimana.
Purtroppo eccessi di alcol e droga ne minarono la salute e la resa musicale.
Il 7 settembre del 1978, Keith  Moon morì nel sonno, all' età di soli 32 anni: aveva trascorso la serata con Paul e Linda McCartney, poi ritornò a casa con la sua fidanzata a cui chiese di cucinare una bistecca, mentre lui assunse una dose eccessiva di clometiazolo (che gli era stato prescritto come terapia contro la tossicodipendenza) e di lì a poco spirò.

Keith Moon

sabato 6 settembre 2014

BUON COMPLEANNO FREDDIE MERCURY: QUEEN - BOHEMIAN RHAPSODY CON TESTO, TRADUZIONE E VIDEO UFFICIALE

Farrokh Bulsara, in arte Freddie Mercury, era nato a Stone Town (Zanzibar) il 5 settembre del 1946 ed oggi avrebbe compiuto 68 anni.
Scomparso a causa dell' AIDS il 24 novembre del 1991, è stato il leader dei Queen, nonché uno dei migliori cantanti del rock.
Con il suo grande carisma e, la sua voce potentissima, capace di un' estensione vocale di ben 3 ottave, è stato ( ed è) un punto di riferimento per tutti gli appassionati della musica rock (e non solo).
I Queen si formarono nel 1970, quando Freddie Mercury si unì agli Smile di Brian May e Roger Taylor.
Mi ricordo che il primo disco che comprai, fu "Hot Space" del 1982, che non brillava come altri dischi, ma conteneva due grandi brani come " Under Pressure" ( con David Bowie) e "Las Palabras De Amor (The Words Of Love)".
La grandezza vocale di Freddie Mercury, gli permetteva di eccellere in tutti i generi musicali, dal Rock, all' Hard Rock alla Disco Music, fino a cimentarsi con la musica lirica.
Una grande perdita per la musica in generale, ma per noi, che amiamo la musica rock, Freddie canta ancora e, spesso, prendo un disco dei Queen e lo ascolto, con la sensazione che quella musica non invecchia mai!

Testo: Queen - Bohemian Rhapsody

Is this the real life?
Is this just fantasy?
Caught in a landslide,
No escape from reality.
Open your eyes,
Look up to the skies and see,
I'm just a poor boy, I need no sympathy,
Because I'm easy come, easy go,
Little high, little low,
Any way the wind blows doesn't really matter to me,
to me.

Mama just killed a man,
Put a gun against his head,
pulled my trigger, now he's dead.
Mama, life had just begun,
But now I've gone and thrown it all away.
Mama, ooh,
Didn't mean to make you cry,
If I'm not back again this time tomorrow,
Carry on, carry on as if nothing really matters.

Too late, my time has come,
Sends shivers down my spine,
body's aching all the time.
Goodbye, ev'rybody, I've got to go,
Gotta leave you all behind and face the truth.
Mama, ooh,
I don't want to die,
I sometimes wish I'd never been born at all.

I see a little silhouetto of a man,
Scaramouche, Scaramouche, will you do the Fandango.
Thunderbolt and lightning, very, very fright'ning me.
(Galileo.) Galileo.
(Galileo.) Galileo,
Galileo figaro Magnifico.
I'm just a poor boy and nobody loves me.

He's just a poor boy from a poor family,
Spare him his life from this monstrosity.
Easy come, easy go, will you let me go.
Bismillah! No, we will not let you go.
(Let him go!) Bismillah! We will not let you go.
(Let him go!) Bismillah! We will not let you go.
(Let me go.) Will not let you go.
(Let me go.) Will not let you go. (Let me go.) Ah.

No, no, no, no, no, no, no.
(Oh mama mia, mama mia.) Mama mia, let me go.
Beelzebub has a devil put aside for me, for me, for me.

So you think you can stone me and spit in my eye.
So you think you can love me and leave me to die.
Freddie MercuryOh, baby, can't do this to me, baby,
Just gotta get out, just gotta get right outta here.

Nothing really matters, Anyone can see,                          
Nothing really matters,
Nothing really matters to me.

Any way the wind blows.

Traduzione: Queen - Bohemian Rhapsody

È questa la vita vera?
È questa solo fantasia?
Preso in una frana
Senza scampo dalla realtà
Aprite gli occhi
Alzate lo sguardo al cielo e vedrete
Sono solo un povero ragazzo, non ho bisogno di comprensione
Perchè sono un facilone, un indolente,
Un pò ovunque,
Comunque soffi il vento, a me non importa,
a me,

Mamma, ho appena ucciso un uomo,
Gli ho puntato una pistola alla testa,
Ho premuto il grilletto, ed ora è morto,
Mamma, la vita era appena iniziata,
Ma ora l'ho lasciata e buttata via
Mamma, ooo,
Non volevo farti piangere
Se non sarò tornato a quest'ora domani
Va avanti, va avanti, come se niente fosse stato

Troppo tardi, è venuta la mia ora,
Rabbrividisco
Il corpo mi duole in continuazione,
Addio a tutti - devo andare
Devo lasciarvi tutti ed affrontare la verità
Mamma, ooo,
Non voglio morire,
Qualche volta desidererei non essere mai nato

Vedo una piccola sagoma d'uomo,
Smargiasso, smargiasso, vorresti ballare il Fandango?
Fulmini e saette - molto, molto spaventoso
Galileo, Galileo,
Galileo, Galileo,
Galileo figaro - magnifico
Ma sono solo un povero ragazzo e nessuno mi ama

È solo un povero ragazzo di povera famiglia
Risparmiate la sua vita da questa mostruosità
Un facilone, un indolente, mi lascerete andare
Bismillah! No, non ti lasceremo andare - lasciatelo andare
Bismillah! Non ti lasceremo andare - lasciatelo andare
Bismillah! Non ti lasceremo andare - lasciatelo andare
Non ti lasceremo andare - lasciatelo andare
Non ti lasceremo andare - lasciatelo andare

No, no , no, no, no, no, no
Mamma mia, mamma mia, mamma mia lasciami andare
Belzebù ha messo un diavolo da parte per me, per me, per me

Così pensate di potermi lapidare sputandomi in un occhio
Così pensate di potermi amare e lasciarmi morire
Oh bambina - Non puoi farmi questo bambina
Devo solo uscirne - Devo solo uscire dritto via da qui

Niente veramente importa,
Chiunque può capirlo
Niente veramente importa, niente veramente importa,

Comunque soffi li vento...

 Video Youtube: Queen - Bohemian Rhapsody (Official Video)

BUON COMPLEANNO A ROGER WATERS: PINK FLOYD - THE GUNNER'S DREAM CON TESTO, TRADUZIONE E VIDEO

George Roger Waters è nato a Great Bookham (UK) il 6 settembre 1943, ed è bassista, chitarrista, compositore e grande paroliere, vera mente dei Pink Floyd da dopo l'esclusione di Barrett.
Ho sempre sostenuto che Roger fosse un genio, sia per i suoi testi introspettivi, sia per la grandezza delle sue composizioni che hanno fatto dei Pink Floyd, una delle più grandi rock band di ogni tempo.
Qualcuno potrà obbiettare che Gilmour e Wright non erano da meno, ma infatti io non ho mai fatto guerre su chi fosse meglio, ognuno era inserito alla perfezione, come anche Mason.
Se Gilmour è come un pittore che con le note dipinge sensazioni, Waters è la parte drammatica, capace con le sue liriche di esplorare la mente umana, come fosse la parte oscura della Luna, mentre Wright dava al gruppo l' improvvisazione musicale fino al jazz, mentre Mason è quello che con i suoi ritmi metteva d' accordo tutti.
Si può dire che Roger Waters non fosse un bassista ipertecnico, ma la sua voce e la sua vena di scrittore lo portano ad essere il vero alter-ego di Bob Dylan.
Temi come l' alienazione, la guerra, le ingiustizie sociali, vengono affrontate da Waters come uno psicologo che cerca di "scandagliare" la mente umana.
Quando i Pink Floyd esordirono, Barrett li portò su un pianeta a molti sconosciuto, dopo la sua uscita Waters prese le redini, imponendo il suo essere e generando spesso malumori, ma gli va dato atto che a quel momento fosse quello con le idee e che fosse così caparbio da portarle avanti.
Auguri Roger!

Testo: Pink Floyd - The Gunner’s Dream

Floating down through the clouds
Memories come rushing up to meet me now
In the space between the heavens
And in the corner of some foreign field
I had a dream, I had a dream

Goodbye Max
Goodbye ma
After the service
when you're walking slowly to the car
And the silver in her hair
shines in the cold november air
You hear the tolling bell
And touch the silk in your lapel
And as the tear drops rise
to meet the comfort of the band
You take her frail hand
And hold on to the dream

A place to stay
"Oi! A real one ..."
Enough to eat
"We're going to have food and job"
Somewhere old heroes
shuffle safely down the street
Where you can speak out loud
About your doubts and fears
And what's more
no-one ever disappears
You never hear their standard issue
kicking in your door
You can relax
On both sides of the tracks
And maniacs don't blow holes
in bandsmen by remote control
And everyone has recourse to the law
And no-one kills the children anymore
And no-one kills the children anymore

Night after night
Going round and round my brain
His dream is driving me insane

In the corner of some foreign field
The gunner sleeps tonight
What's done is done
Roger WatersWe cannot just write off his final scene
Take heed of his dream
Take heed

Traduzione: Pink Floyd - Il Sogno Dell 'artigliere

Fluttuando giù attraverso le nuvole
I ricordi ora si precipitano per incontrarmi
Nello spazio fra i cieli
E nell'angolo di qualche campo straniero
Ho fatto un sogno, ho fatto un sogno

Addio Max
Addio mamma
Dopo la funzione
Mentre torni tentamente verso l'auto
E l'argento dei suoi capelli 
Splende nell'aria fredda di novembre
Senti la campana che suona a morto
E tocchi la seta del risvolto
E mentre le lacrime salgono
ad incontrare il conforto della banda
Le prendi la fragile mano
E ti aggrappi al sogno

Un posto dove rimanere
"Oi! Uno reale ..."
Abbastanza cibo
"Avremo da mangiare e lavoro"
Un luogo dove i vecchi eroi
Si mescolano al sicuro giù nella strada
Dove puoi parlare ad alta voce 
Dei tuoi dubbi e delle tue paure
E soprattutto 
Dove nessuno scompare
Non devi sentire il solito conformismo
Sfondarti la porta
Dove puoi stare tranquillo
Sia nei quartieri alti che nei bassifondi
E i maniaci non fanno saltare in aria
I suonatori tramite un telecomando
E tutti possono fare ricorso alla Legge
E nessuno uccide più i bambini
E nessuno uccide più i bambini

Notte dopo notte
Mi gira e mi rigira nella mente
Il suo sogno e mi sta facendo impazzire

Nell'angolo d'un qualche campo straniero
L' artigliere stanotte riposa
Quel che è fatto è fatto
Non possiamo cancellare la sua scena finale
Prendetevi cura del suo sogno
Prendetene cura

Video YouTube: Roger Waters-Rock in Rio-pro-shot 2006- The Gunners Dream

mercoledì 30 luglio 2014

HAPPY BIRTHDAY KATE BUSH: VIDEO RUNNING UP THAT HILL

Catherine Bush è nata a Bexleyheath (UK) il 30 luglio 1958 ed oggi compie 56 anni.
Kate Bush, esordì nel 1978, con un il disco "Wuthering Heights" (Cime Tempestose), ispirato al famosissimo romanzo di Emily Brontë.
Dotata di una voce stupenda, con un' estensione di ben 3 ottave, fu scoperta da David Gilmour, il quale ne finanziò i primi lavori, poi collaborandoci svariate volte.
Nel 1985 Kate Bush, raggiunse l' apice, grazie all' album "Hounds of Love", contenente la famosa hit "Running Up That Hill (A Deal with God)".
Il suo ultimo lavoro è "Aerial" del 2005, con il quale raggiunse buone posizioni di vendita.
Auguri Kate Bush e deliziaci ancora con la tua stupenda voce!

Kate Bush


Video YouTube: Kate Bush - Running Up That Hill - Official Music Video

AUGURI AL LEGGENDARIO BUDDY GUY

Buddy Guy
George "Buddy" Guy, è nato in Louisiana a Lettsworth, il 30 luglio del 1936.
Cantante e grande chitarrista, iniziò a suonare all' età di 17 anni, quando ebbe la sua prima chiatarra, oggi custodita nella " Rock and Roll Hall of Fame" di Cleveland.
La svoltà della sua carriera arrivò nel 1957, anno in cui Buddy Guy si trasferì a Chicago, che rimane tuttora la sua città.
Il suo stile fu molto influenzato da Muddy Waters, anche se poteva contare su una propria presenza scenica che lo portò a comparire come chitarrista insieme a Junior Wells nei dischi "Hoodoo Man Blues"(1965),"Chicago/The Blues/Today! vol. 1" (1966), "It’s my Life, Baby!" (1966).
Guy ha influenzato molti chitarristi , come Jimi Hendrix, Eric Clapton, Jeff Beck.
La sua carriera negli anni '70 ebbe un declino, a causa della nascente musica Hard Rock.
Buddy, sempre in scena, rientrò alla grande con l' album "Stone Crazy", facendo riecheggiare il blues e Jimi Hendrix.
Nella sua carriera molti duetti importanti, come con i Rolling Stones (anche nel film "Shine a Light"), Clapton ( "24 Nights"- "Concerto per New York City"), "Bonnie Raitt", "Steve Ray Vaughan".
Va ricordato la grande apparizione al concerto tributo a S.R. Vaughan, insieme a B.B.King, Robert Cray, Jimmy Vaughan, Bonnie Raitt, Clapton.
Ho avuto la fortuna di assistere ad un paio di suoi concerti e, devo dire, è un ' esperienza veramente unica. Mi ricordo che aveva la sua Fender a pois, e lui sul palco del Pistoia Blues,cantava a squarciagola, interagendo col pubblico, proponendo canzoni del suo grande repertorio e una fantastica versione di "Voodoo Chile (Slight Return) di Jimi Hendrix.
Vorrei scrivere tanto su questo fantastico personaggio, ma voglio citare due cose, che forse definiscono meglio Buddy Guy :
1. Eric Clapton lo ha definito uno dei migliori chitarristi blues della storia
2. La rivista "Rolling Stone" lo ha inserito tra "i migliori 100 chitarristi di tutti i tempi"

Video YouTube: Buddy Guy in 1969 with Jack Bruce and Buddy Miles - Mary had a little Lamb and more

martedì 29 luglio 2014

Ricordando Mama Cass Elliot a 40 anni dalla sua scomparsa

Ci sono stati gruppi musicali che, nonostante vita breve, hanno inciso brani storici come "California dreamin'", di fatto entrando nella leggenda.
La band in questione sono i "The Mamas & the Papas", uno dei maggiori gruppi vocali americani, che suonavano un folk rock intriso di psichedelia.
Oggi, sfruttando la data del suo compleanno, vorrei ricordare la figura di Cass Elliot, appunto una delle Mamas.
Ellen Naomi Cohen era nata a Baltimora il 19 settembre del 1941 e, morì a Londra il 29 luglio del 1974, a causa di un attacco cardiaco.
Ellen, maglio conosciuta come Mama Cass, cominciò la sua carriera come attrice e iniziò a cantare nei locali per guadagnare qualcosa, peraltro non pensando di intraprendere questa seconda strada.
Nel 1963 arrivò la sua prima incisione, "Winkin', Blinkin' and Nod", con il gruppo The Big Three.
Due anni più tardi, nel 1965, Cass entrò nel gruppo "The Mama's & the Papa's" durante il loro tour nelle Isole Vergini.
Nel 1968 la band si sciolse e Mama Cass cominciò una bella carriera solista, purtroppo interrotta dalla sua precoce morte a soli 32 anni, dopo due concerti al Palladium di Londra.

Mama Cass


Video YouTube: The Mamas & The Papas - California Dreamin'

venerdì 25 luglio 2014

Buon compleanno Mick Jagger

Sir Michael Phillip "Mick" Jagger è nato a Dartford (UK) il 26 luglio 1943 ed è lo storico cantante, musicista, compositore, attore, produttore, frontman dei Rolling Stones, vera leggenda vivente del rock e del blues britannico.
Mick Jagger, nonostante i 71 anni, ha ancora un ottima voce, capace di giocare sui falsetti ed il suo carisma, sembra non sentire il peso degli anni.
Sesso, droga, rock'n roll, tutto è impresso nella storia del rock, come nelle rughe del suo viso, ma con un corpo tirato che gli consente di correre e ballare sui palchi di tutto il mondo.
Una volta gli Stones cantavano "We Love You", oggi siamo noi ad intonare le note di questa straordinaria band, forse la più grande di tutti i tempi o forse no, ma per me loro sono "Solo rock'n roll (e mi piacciono!)".
Auguri Mick!
Mick Jagger a Roma

mercoledì 16 luglio 2014

Buon compleanno a Stewart Copeland

Stewart Armstrong Copeland è nato ad Alexandria (USA) il 16 luglio 1952 ed è un ottimo batterista,  che deve molta della sua notorietà per essere stato un membro dei The Police.
Figlio di una agente della CIA, dopo pochi mesi dalla nascità, si trasferì con la famiglia a Beirut, dove con il crescere si innamorò della batteria, così il padre lo mandò a scuola da uno dei migliori batteristi del Libano.
Nel 1966 Stewart si trasferì a Londra e nel 1975 entrò a fare parte del gruppo progressive, Curved Air: già allora dimostrò di avere un grande tocco, ottima tecnica e una precisione innata, cosa che lo portò ad una intervista sulla rivista musicale Melody Maker.
Dopo una serata a Newcastle conobbe Sting, con cui decise di costruire una band di Punk Rock: fu così che vennero gettate le basi per creare i Police.
Dopo lo scioglimento dei Police ha intrapreso una bella carriera solista, dove ha composto diverse colonne sonore.

Stewart Copeland

domenica 13 luglio 2014

ADDIO A TOMMY RAMONE

Si è spentoall' età di 62 anni,  l' 11 luglio scorso Tommy Ramone, batterista e cofondatore della band dei Ramones.
Tamás Erdélyi (questo il suo vero nome) era nato a Budapest il 29 gennaio 1952 da una famiglia ebraica, si trasferì a New York a Forest Hills, dove formò una delle band leggendarie del punk rock, i Ramones.
Tommy è morto a causa di un cancro alle vie biliari.
Dopo avere lasciato la band ha proseguito la propria carriera musicale come produttore di band importanti come i Talking Heads, formando anche una band chiamata Uncle Monk che faceva musica bluegrass.

Tommy Ramone

Video YouTube: Ramones - Baby , I Love You

lunedì 30 giugno 2014

I Rolling Stones ringraziano Roma con Streets of Love, video ufficiale, testo e traduzione

Il concerto dei Rolling Stones al Circo Massimo di Roma, del 22 giugno scorso, sicuramente passerà alla storia, sia per la straordinaria location, sia per come ha suonato la band.
Si è capito subito, dalla prima sferzata di chitarra di Keith Richards, che quello spettacolo li stava affascinando ed hanno dato il meglio, credo di potere affermare che erano anni che Mick Jagger e soci non si esprimevano a quei livelli.
Rolling Stones Roma Circo MassimoHo ancora davanti agli occhi il concerto, credevo di essere tornato a quegli anni d'oro in cui la band conquistava il mondo musicale.
Straordinari tutti, fantastico sentire Mick Taylor in Midnight Rambler che la band sembrava non terminare mai in un crescendo finito con il solo di Ronnie Wood, senza dimenticare il drumming perfetto di Charlie Watts.
I Rolling Stones hanno pubblicato un mini video di 2,31 minuti nel loro canale ufficiale di YouTube che in 5 giorni ha già avuto oltre le 204 mila visioni!
Nel post vi lascio il video (ma anche il testo e la traduzione) realizzato dalla band per ringraziare il pubblico e la città di Roma, che li ha fatti suonare alla grande nel Circo Massimo, dove sono stati proclamati nuovi Imperatori della Città Eterna.

Video YouTube: The Rolling Stones - Streets Of Love - Circo Massimo - Official




Testo: Rolling Stones - Streets Of Love

You're awful bright
You're awful smart
I must admit
You broke my heart
The awful truth
Is really sad
I must admit
I was awful bad
While lovers laugh
And music plays
I stumble by
And hide my pain
Mmmm, the lamps are lit
The moon is gone
I think I've crossed
The Rubicon

And I, I, I, I, I, I, I
Walk the streets of love
And they're full of tears

And I, I, I, I, I, I, I
Walked the streets of love
And they are full of fears

While music pumps
From passing cars
A couple watch me from a bar
A band just played
The wedding march
And the corner store
Mends broken hearts
And a woman asks me for a dance
Oooooh, it's free of charge
Just one more chance

OOhh, but I, I, I, I, I, I, I
Walk the streets of love
And they're full of tears
And I, I, I, I, I, I, I
Walk the streets of love
For a thousand years... Oh...tell me now...Ahh...

I walk the streets of love, and they're drenched with tears, ohhh...

You had the moves
You had the cards
I must admit
You were awful smart
The awful truth
Is awful sad
I must admit
I was awful bad

And I, I, I, I, I, I, I
Walk the streets of love
And they're drenched in tears

And I, I, I, I, I, I, I
I walk the streets of love
For a thousand years

And I, I, I, I, I, I, I
Walk the streets of love
And they're drenched with tears

Traduzione: Rolling Stones - Streets of Love (Strade dell' amore)

Sei terribile luminoso
Sei terribile intelligente
Devo ammettere
Mi hai spezzato il cuore
La terribile verità
È davvero triste
Devo ammettere
Ero terribile male
Mentre gli amanti della risata
E suona musica
Inciampo da
E nascondere il mio dolore
Mmmm, le lampade sono accese
La luna è andato
Credo di aver attraversato
Il Rubicone

E io, io, io, io, io, io, io
Cammina per le strade dell'amore
E sono pieni di lacrime

E io, io, io, io, io, io, io
Camminava per le strade dell'amore
E sono pieno di paure

Mentre le pompe musica
Passando da auto
Una coppia mi guarda da un bar
Una band appena giocato
La marcia nuziale
E il negozio all'angolo
Ripara cuori spezzati
E una donna mi chiede un ballo
Oooooh, è gratis
Solo un'altra chance

Oohh, ma io, io, io, io, io, io, io
Cammina per le strade dell'amore
E sono pieni di lacrime
E io, io, io, io, io, io, io
Cammina per le strade dell'amore
Per mille anni ... Oh ... dimmi ora ... Ahh ...

Io cammino per le strade dell'amore, e sono inzuppato di lacrime, ohhh ...

Hai avuto le mosse
Hai avuto le carte
Devo ammettere
Tu eri terribile intelligente
La terribile verità
È terribile triste
Devo ammettere
Ero terribile male

E io, io, io, io, io, io, io
Cammina per le strade dell'amore
E sono intrise di lacrime

E io, io, io, io, io, io, io
Io cammino per le strade dell'amore
Per mille anni

E io, io, io, io, io, io, io
Cammina per le strade dell'amore
E sono inzuppato di lacrime

lunedì 23 giugno 2014

Rolling Stones Live in Roma Circo Massimo

So di avere assistito ad un evento unico, a qualcosa che è entrato di diritto nella leggenda del rock, perchè i Rolling Stones sono parte fondamentale di essa, ma anche per altri due motivi:

  1. assistere ad un live in una location come il Circo Massimo è come essere stati ad Hyde Park o volendo esagerare, come essere stati presenti alle registrazioni di Live at Pompei dei Pink Floyd;
  2. gli Stones una band che da 50 cavalca senza paura l' onda del rock, in barba ai dati anagrafici e con una verve da giovanotti, dimostrando che alla fine non si smette mai di stupire a qualsiasi età
Come potrete leggere nell' articolo che ho scritto per Cervelliamo, il migliore Paid To Write italiano, sono rimasto estasiato dalla varietà di persone che hanno assistito al live del Circo Massimo, ma sopratutto della tenuta fisica e sonora dei Rolling Stones.
Non so se torneranno in Italia, ma sarebbe un peccato se smettessero, perchè non ha senso mettere la parola fine quando si è capaci di suonare e cantare a quei livelli.
Mick Jagger è incredibile, canta come sempre e salta come avesse almeno 20 anni di meno, Keith Richards nei suoi riff faceva capire che senza di lui il rock non sarebbe stato quello che è, Ronnie Wood è in una forma invidiabile, al momento direi molto più di Eric Clapton, capace di suonare dalle ritmiche agli assoli senza nessuna riverenza con chiunque, Charlie Watts è un metronomo perfetto.
Felice di avere risentito Midnight Rambler con Mick Taylor, contentissimo per gli spazi che ogni musicista ha avuto di esprimersi nelle proprie doti tecniche...
Questo è Rock, questi sono i Rolling Stones e con loro mai dire la parola fine!


Rolling Stones Circo Massimo

mercoledì 18 giugno 2014

3 anni fa scompariva "Big Man" Clarence Clemons

L'11 gennaio del 1941, a Norfolk (USA), nasceva Clarence Clemons, il mitico sassofonista della E-Street Band di Bruce Springsteen.
La sua storia musicale cominciò alla fine degli anni '50, quando a soli 18 anni entrò in studio di registrazione con i Tyrone Ashley's Funky Music Machine, i cui membri inseguito entrarono a far parte dei Parliament-Funkadelic.
Nei primi anni '60 Big Man formò la sua prima band, i The Vibratones, con cui suonava cover di James Brown.
La grande svolta avvenne qualche anno più tardi, quando Clarence Clemons entrò a far parte della band di Bruce Springsteen, formando la E Street Band ed entrando nella leggenda del rock e non solo.
Big Man morì il 18 giugno 2011, dopo una settimana di ricovero a seguito di in ictus a Palm Beach in Florida.
Clarence Clemons era un ottimo sassofonista ed emanava una grande simpatia, una persona che manca molto alla musica ed in particolare al Boss, il quale ad ogni concerto lo presentava come "il più grande uomo che io abbia mai visto".

Clarence Clmeons

Auguri a Paul McCartney - No More Lonely Nights con video, testo e traduzione

Paul McCartney
Sir James Paul McCartney è nato a Liverpool il 18 giugno 1942 ed oggi compie 72 anni.
Musicista, compositore, polistrumentista, è una delle leggende viventi del rock.
Beatles, Wings e poi una grandissima carriera solista, che non basterebbero pagine e pagine per raccontarne la storia.
In coppia con John Lennon, Macca scrisse dei capitoli di storia musicale, come solista ha continuato con successi indimenticabili, legandosi pure una leggenda di essere già morto nel 1966 (P.I.D.), la sua voce unica che da quasi 50 anni accompagna milioni di persone di più generazioni, che ultimamente ha suonato anche alla Casa Bianca, dal 1965 venne insignito dell'onorificenza di Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico insieme agli altri Fab 4, che altro potrei aggiungere in così poche righe?

Negli ultimi giorni ha dovuto abbandonare il tour per un virus in Giappone, ma c'è da credere che presto tornerà e con ancora più voglia di dimostrare che Paul è più vivo che mai.
Buon Compleanno Sir Paul McCartney!


Video YouTube: Paul McCartney- No More Lonely Nights




Testo: Paul McCartney- No More Lonely Nights


I can wait another day, until I call you

You've only got my heart on a string and everything a' flutter
But another lonely night might take forever
We've only got each other to blame, it's all the same to me love

`Cause I know what I feel to be right

No more lonely nights, never be another, no more lonely nights
You're my guiding light, day or night I'm always there

May I never miss the thrill of being near you?

And if it takes a couple of years to turn your tears to laughter

I will do what I feel to be right

No more lonely nights, never be another, no more lonely nights
You're my guiding light, day or night I'm always there

And I won't go away until you tell me so

No I'll never go away

Yes I know what I feel to be right

No more lonely nights, never be another, no more lonely nights
You're my guiding light, day or night I'm always there

And I won't go away until you tell me so


No I'll never go away, no more lonely nights

Traduzione: Paul McCartney- No More Lonely Nights


Posso aspettare un altro giorno, fino a che io chiamo

Tu hai solo il mio cuore su una stringa e tutto ciò che un 'sbattimento
Ma un'altra notte solitaria potrebbe prendere per sempre
Abbiamo solo l'un l'altro la colpa, è lo stesso per me l'amore

`Perché so quello che sento di essere di destra

Non più notti solitarie, mai un altro, non più notti solitarie
Sei la mia luce guida, di giorno o di notte sono sempre lì

Posso mai perdere l'emozione di essere vicino a te?

E se ci vuole un paio di anni per trasformare le tue lacrime di risate

Farò quello che mi sento di essere di destra

Non più notti solitarie, mai un altro, non più notti solitarie
Sei la mia luce guida, di giorno o di notte sono sempre lì

E non voglio andare via finché non mi dici così

No non andrò mai via

Sì, lo so quello che sento di essere di destra

Non più notti solitarie, mai un altro, non più notti solitarie
Sei la mia luce guida, di giorno o di notte sono sempre lì

E non voglio andare via finché non mi dici così


No non andrò mai via, non più notti solitarie

martedì 10 giugno 2014

10 anni fa scompariva The Genius Ray Charles - Testo e video Hit The Road Jack

Ray CharlesIl 10 giugno del 2004 a Beverly Hills (USA), scompariva all' età di 73 anni, Ray Charles Robinson, vero genio della musica Soul e R & B, a causa di un carcinoma ai polmoni.
Ray Charles era nato ad Albany (USA) il 23 settembre 1930 e divenne ceco quando aveva sette anni, a causa di un glaucoma.
Nonostante gli fosse stata insegnata la sola musica classica, The Genius imparò la musica che sentiva dentro, ovvero il Jazz ed il Blues, diventando negli anni un punto di riferimento per tante generazioni di musicisti.
Tanti brani storici, come "Georgia on my mind", "Hit The Road Jack", "Unchain my heart", What'd I Say, "I can't stop loving you" e molte altre.
Ray Charles era un pianista, tastierista, compositore ed attore (memorabile la sua presenza nel film cult "The Blues Brothers") che negli anni ha suonato dal Blues al Jazz, dal Soul all' R &B al Rock'n roll.
The Genius era un ottimo giocatore di scacchi, aveva avuto due mogli, ma ben 12 figli da 7 donne diverse!

Video YouTube: Ray Charles - Hit The Road Jack



Testo: Ray Charles - Hit The Road Jack

(Hit the road Jack and don't you come back no more, no more, no more, no more.)
(Hit the road Jack and don't you come back no more.)
What you say?
(Hit the road Jack and don't you come back no more, no more, no more, no more.)
(Hit the road Jack and don't you come back no more.)

Woah Woman, oh woman, don't treat me so mean,
You're the meanest old woman that I've ever seen.
I guess if you said so
I'd have to pack my things and go. (That's right)

(Hit the road Jack and don't you come back no more, no more, no more, no more.)
(Hit the road Jack and don't you come back no more.)
What you say?
(Hit the road Jack and don't you come back no more, no more, no more, no more.)
(Hit the road Jack and don't you come back no more.)

Now baby, listen baby, don't ya treat me this-a way
Cause I'll be back on my feet some day.
(Don't care if you do 'cause it's understood)
(you ain't got no money you just ain't no good.)
Well, I guess if you say so
I'd have to pack my things and go. (That's right)

(Hit the road Jack and don't you come back no more, no more, no more, no more.)
(Hit the road Jack and don't you come back no more.)
What you say?
(Hit the road Jack and don't you come back no more, no more, no more, no more.)
(Hit the road Jack and don't you come back no more.)

Well
(don't you come back no more.)
Uh, what you say?
(don't you come back no more.)
I didn't understand you
(don't you come back no more.)
You can't mean that
(don't you come back no more.)
Oh, now baby, please
(don't you come back no more.)
What you tryin' to do to me?
(don't you come back no more.)
Oh, don't treat me like that
(don't you come back no more.)